FAQ sulla pulizia, il comfort e il posizionamento della maschera

Vuoi sapere come pulire e disinfettare la maschera ResMed e i relativi componenti? Trova le risposte alle nostre domande più frequenti.

FAQ sulla pulizia della maschera

Ogni giorno, o dopo ogni utilizzo, il paziente deve:

  • Smontare i componenti della maschera (fare riferimento al manuale d’uso della maschera e seguire le istruzioni). Il paziente che utilizza una maschera con cuscinetti nasali dovrà innanzitutto staccare i cuscinetti nasali dal telaio della maschera.
  • Lavare accuratamente a mano i componenti della maschera precedentemente smontati (esclusa la cuffia e le guaine protettive) strofinandoli delicatamente in acqua tiepida (circa 30°C/86°F) con sapone neutro. Per ottimizzare la tenuta della maschera, rimuovere il grasso cutaneo del viso dal cuscinetto dopo l’uso.
  • Pulire con uno spazzolino a setole morbide il sistema di esalazione o qualsiasi parte rotante della maschera come il raccordo, il raccordo girevole o il giunto sferico che richiedono una pulizia.
  • Controllare ogni componente e, se necessario, ripetere il lavaggio fino a che non risultano visivamente puliti.
  • Sciacquare con cura tutti i componenti con acqua potabile e far asciugare all’aria al riparo dalla luce diretta del sole.
  • Quando tutti i componenti, compreso il sistema di esalazione, sono asciutti, riassemblare la maschera (seguire le indicazioni riportate nel manuale per l’uso).

Ogni settimana il paziente deve: 

  • Lavare a mano la cuffia e le guaine protettive (se presenti).  
  • Sciacquare bene e far asciugare all’aria al riparo dalla luce diretta del sole. 

La cuffia può essere lavata senza essere staccata e può scolorire al primo lavaggio. 

Se un componente rimane sporco dopo la pulizia o in caso di deterioramento visibile (fessure, scolorimenti, strappi, ecc.), è necessaria la sostituzione.  

Si consiglia di utilizzare prodotti o soluzioni naturali per la pulizia della maschera poiché i vapori residui rilasciati dai detergenti non naturali possono essere inalati se la maschera non è risciacquata accuratamente. 

ResMed raccomanda di seguire le procedure omologate in conformità con la norma ISO17664 per la pulizia, la disinfezione e la sterilizzazione delle maschere per uso multipaziente, in un laboratorio del sonno, in una clinica o in ospedale. Fare riferimento alle seguenti istruzioni per la disinfezione e la sterilizzazione per vedere quali componenti: 

  • devono essere sostituiti tra un paziente e l’altro; 
  • possono essere sottoposti a disinfezione termica di alto livello a 93°C; 
  • possono essere sottoposti a disinfezione chimica di alto livello;
  • possono essere sottoposti a sterilizzazione. 

Si informa che non tutti i componenti richiedono la disinfezione. La cuffia non necessita di disinfezione e non deve essere lavata con prodotti chimici. 

Anche altri componenti non necessitano di disinfezione e non devono essere lavati con prodotti chimici. Questo vale per: 

  • AirFit N10 / AirFit N10 for Her – Guaine protettive;
  • AirFit F10 / AirFit F10 for Her – Telaio, Guaine protettive;
  • Quattro Air / Quattro Air for Her / Quattro Air NV – Telaio; 
  • Quattro FX / Quattro FX for Her – Supporto elastico, Guaine protettive;
  • Quattro FX NV – Supporto elastico, Guaine protettive; 
  • Mirage FX / Mirage FX for Her – Telaio. 

Si raccomanda di lavare accuratamente la cuffia e i suddetti componenti tra un paziente e l’altro. 

  • Lavare la cuffia a mano in acqua tiepida 30°C con sapone neutro. 
  • Sciacquare bene e far asciugare all’aria al riparo dalla luce diretta del sole. 

FAQ sui disagi creati dalla maschera

Per aiutarti a selezionare la maschera più giusta per i tuoi pazienti, abbiamo suddiviso le nostre ultime maschere CPAP in tre categorie:

  • Maschere di alta adattabilità al movimento progettate per chi si muove dormendo: consentono ai pazienti di girarsi e rigirarsi nel letto e di dormire in qualsiasi posizione per tutta la notte.
  • Maschere dal design essenziale progettate per gli amanti della semplicità: poco ingombranti, leggere e facili da usare, in modo che i pazienti possano indossarle senza difficoltá sin dal momento in cui vanno a letto.
  • Maschere dalla versalità versatile progettate per fornire la corretta vestibilità indipendentemente dalla conformazione del volto e dalle esigenze di pressione e con l’opzione AirTouch per una morbidezza extra.

Per aiutarti a scegliere la maschera giusta per i tuoi pazienti, troverai una serie di risorse utili nella nostra pagina di informazioni sulla categoria delle maschere

Se la maschera del paziente è scomoda, eseguire di nuovo le procedure di adattamento o consigliare una misura o un tipo di maschera diversa.

  • Posizionamento. Il disagio della maschera può essere causato da un posizionamento errato. Si consiglia di riposizionare la maschera seguendo le istruzioni riportate nel manuale d’uso. Si consiglia di posizionare la maschera mentre il paziente è in posizione adatta per il sonno: i muscoli del viso cambiano quando ci si sdraia e si rilassano ancora di più quando si dorme. È preferibile posizionare la maschera mentre il paziente è nella sua posizione abituale per il sonno, sia che dorma in un letto senza cuscino o in una poltrona reclinabile. Puoi guardare alcuni video su come adattare la maschera nella sezione prodotto maschere per CPAP.  
  • Misura. Se il paziente ottiene una buona tenuta della maschera soltanto regolandola molto stretta fino a risultare scomoda, la misura della maschera potrebbe essere sbagliata. Si informa che le taglie dei diversi modelli non sono sempre le stesse. 
  • Tipologia. Se il paziente continua ad avvertire disagio quando indossa la maschera, potrebbe essere necessaria un’altra tipologia. ResMed dispone di maschere oro-nasalimaschere nasali e maschere con cuscinetti nasali. Alcuni tipi di maschera e modelli possono essere più adatti di altri.Vedi qui la gamma completa di maschere ResMed.
  • Cuffia. La maschera del paziente non deve essere eccessivamente stretta pur aderendo bene al viso. Se il paziente avverte che la cinghia della cuffia è troppo allentata o troppo stretta, regolarla o sostituire la cuffia se vecchia o usurata.
  • Il selettore di regolazione MicroFit™. Se il paziente utilizza una maschera ResMed dotata di selettore di regolazione MicroFit™, assicurarsi che il selettore sia regolato nella posizione ottimale. Una regolazione inappropriata della posizione del selettore può cambiare la vestibilità e causare un disagio o un trattamento meno efficace. 

In caso di difficoltà nell’adattamento della maschera del paziente, consultare il manuale d’uso della maschera e seguire le istruzioni. 

Se il paziente ha la barba, alcuni modelli di maschera potrebbero essere più adatti rispetto ad altri. Per sapere quali modelli offrono maggiore comfort e vestibilità, contattare ResMed.

Ognuno è diverso! Le maschere oro-nasali coprono naso e bocca, mentre quelle nasali e le maschere con cuscinetti nasali sono meno coprenti. È una scelta personale legata alle esigenze del paziente.

Le nostre maschere oro-nasali sono un’ottima soluzione nel caso in cui il paziente soffra di congestione nasale o tenda a respirare dalla bocca durante la notte.

Quando si parla delle diverse tipologie di maschera con il paziente, è importante considerare fattori quali l’anatomia del viso, la presenza della barba, se indossa o meno gli occhiali o soffre di claustrofobia, se ama leggere o guardare la televisione mentre indossa la maschera, ecc.

Se ci sono perdite d’aria dalla maschera del paziente, può dipendere da un problema di tenuta o vestibilità. Per la risoluzione del problema, seguire i consigli riportati di seguito. 

  • Regolazione o posizionamento errato. Si consiglia di riposizionare la maschera seguendo le istruzioni riportate nel manuale d’uso. Si consiglia di posizionare la maschera mentre il paziente è in posizione adatta per il sonno: i muscoli del viso cambiano quando ci si sdraia e si rilassano ancora di più quando si dorme. Puoi guardare alcuni video su come adattare la maschera nella sezione prodotto maschere per CPAP. 
  • Montaggio errato. Per le informazioni sul montaggio della maschera, consultare il manuale per l’uso.È possibile scaricare il manuale d’uso dalla pagina di supporto della maschera.
  • Taglia errata della maschera. Consultare la guida sulle misure delle maschere. 
  • Tipologia errata della maschera. Se la maschera del paziente è della misura giusta e il posizionamento è corretto ma continua a perdere, potrebbe essere necessario un altro tipo di maschera. Una maschera oro-nasale, ad esempio, può eliminare completamente le perdite d’aria dalla bocca.Vedi qui la gamma completa di maschere ResMed
  • Sostituzione della maschera. Le perdite d’aria dalla maschera potrebbero dipendere dall’uso e dall’usura. Consultare il manuale d’uso della maschera oppure leggere il nostro articolo sulla sostituzione della maschera.
  • Pulizia. Se non rimossi quotidianamente, i residui di sporco e di grasso cutaneo del paziente e dell’ambiente circostante possono accumularsi sulla maschera. È importante pulire la maschera ogni giorno per ottimizzare la tenuta e l’efficienza.Leggi il nostro articolo sulla sostituzione e pulizia della maschera.

 
Se il paziente ha ancora problemi di perdite d’aria, perché non provare a utilizzare un umidificatore riscaldato o uno degli ultimi dispositivi a pressione positiva (PAP)? I nostri dispositivi PAP misurano e compensano automaticamente le perdite accidentali per garantire il mantenimento della pressione corretta. Gli umidificatori riscaldati riducono notevolmente la respirazione dalla bocca e la congestione nasale, entrambi associati alle perdite. 

Se il paziente deve stringere eccessivamente la maschera per assicurare la tenuta, la misura del cuscinetto potrebbe essere sbagliata o il supporto frontale potrebbe essere regolato in modo errato. Fare riferimento alla domanda precedente per suggerimenti su come individuare e risolvere i problemi relativi al posizionamento.

I cuscinetti delle maschere ResMed sono realizzati in silicone. Le reazioni allergiche al silicone sono molto rare. Le irritazioni cutanee, le piaghe da decubito e le vesciche sono causate normalmente da altri fattori non associati al materiale in silicone. 

Le cause dell’irritazione cutanea potrebbero essere le seguenti. 

  • La cinghia della cuffia è troppo allentata o troppo stretta. Regolare o a sostituire la cuffia se è vecchia o usurata. La maschera non deve essere eccessivamente stretta pur aderendo bene al viso. 
  • La maschera non si adatta bene perché la misura è sbagliata o il modello non è adatto. Consultare il manuale d’uso della maschera o la guida rapida per le istruzioni sul posizionamento. Un modello diverso può assicurare una migliore tenuta. 
  • La maschera è vecchia e usurata. Controllare il cuscinetto e il telaio della maschera per verificare che non presenti usura, rigidità, fessure o rotture. Sostituire la maschera o le parti usurate. Potrebbe essere utile leggere il nostro articolo sulla sostituzione e la pulizia della maschera. 
  • La maschera è sporca. Il silicone assorbe impurità quali grasso, sudore, sporco e creme per il viso, che, con il contatto prolungato durante la notte, possono irritare la pelle. La maschera deve essere lavata quotidianamente secondo le istruzioni riportate nel manuale d’uso con sapone delicato o detergente liquido diluito e acqua tiepida (30°C/86°F). Si consiglia inoltre ai pazienti di lavarsi il viso prima di andare a letto per rimuovere il grasso in eccesso, preferibilmente con un sapone a pH neutro, ed evitare l’uso di lozioni e creme per il viso che possono compromettere la tenuta della maschera e danneggiare la qualità del cuscinetto nel tempo. Potrebbe essere utile leggere il nostro articolo sulla pulizia della maschera. 

Se il paziente ha ancora problemi di irritazione cutanea, potrebbe essere utile posizionare un cerotto cutaneo, ipoallergenico e permeabile sulle aree sensibili o irritate per creare una barriera tra la pelle e la maschera. 

In caso di irritazione nasale, potrebbe essere d’aiuto un umidificatore riscaldato. Un flusso d’aria costante, soprattutto ad alte pressioni di trattamento, può causare secchezza, irritazione nasale e perdite di sangue dal naso. Gli umidificatori attenuano l’irritazione nasale e la secchezza fornendo calore e umidità all’aria erogata dal sistema CPAP o bilevel.

Anche gli oli nasali emollienti sono un’ottima soluzione durante il trattamento per prevenire la secchezza.

I pazienti le cui maschere lasciano segni sul viso o che avvertono dolore sul ponte nasale, molto probabilmente tendono a regolare la maschera troppo stretta per farla aderire al viso. Consultare le risposte alle domande riportate sopra in questa pagina per suggerimenti su come posizionare la maschera e migliorare la tenuta.

Se questi problemi persistono, perché non suggerire i SoftWraps o le protezioni nasali Gecko? I SoftWraps sono delle morbide imbottiture in tessuto per le maschere con sistema di fissaggio in silicone che impediscono lo spostamento della maschera e attenuano i segni delle cinghie sul viso. La protezione nasale Gecko è un comodo e morbido cerotto che viene posizionato sul ponte nasale per ridurre le irritazioni della pelle e le piaghe sul viso, riducendo al minimo le perdite e migliorando il comfort generale della maschera.

Se gli occhi del paziente sono irritati, può dipendere da una perdita della maschera. È un problema comune che può insorgere se la maschera non aderisce correttamente al viso. Per i suggerimenti sulla risoluzione del problema, vedere le risposte riportate sopra in questa pagina.

FAQ sulle procedure per il posizionamento della maschera

Se la maschera si muove durante il sonno, può essere perché il paziente soffre di congestione nasale. Se il paziente ha avuto problemi di sinusite e di allergie in passato, potrebbe provare una maschera oro-nasale e/o l’umidificatore per un trattamento più efficace.

ResMed offre guide schematiche di posizionamento per diverse maschere. Cliccare su una maschera tra quelle riportate sotto e aprire il file PDF dello schema di posizionamento. 

Osservare quanto segue per l’utilizzo delle guide: 

  • Leggere attentamente le istruzioni riportate sullo schema prima di tagliarlo e utilizzarlo. 
  • Le guide di posizionamento delle maschere sono volti a facilitare la procedura per posizionare la maschera. L’uso delle guide non intende sostituire il consiglio di uno specialista, di un tecnico del sonno o di un fornitore delle apparecchiature per la terapia del sonno. 
  • Qualsiasi modifica del formato o delle dimensioni dei PDF originali può compromettere la qualità e l’accuratezza della stampa della guida. Per evitare questo problema, assicurarsi di stampare nelle dimensioni reali disattivando tutte le impostazioni della stampante. Fare riferimento al righello sul file per assicurarsi che la versione stampata sia della dimensione esatta. 

Modelli per le maschere nasali ResMed:

AirFit N30i 

AirFit N20

Modelli per le maschere oro-nasali ResMed:

AirFit F30 

AirFit F20 

Se la maschera del paziente è rumorosa, potrebbe significare che non aderisce correttamente al viso. Consultare le raccomandazioni sopra riportate: assicurarsi che la maschera sia posizionata e montata correttamente, pulita e in ottime condizioni. Se il paziente continua a riscontrare problemi, provare una misura o un tipo di maschera diversa.

Ricordare di collocare la maschera mentre il paziente è in posizione adatta per il sonno, sia se dorme sdraiato senza cuscini, sia che dorma in un letto senza cuscino o in una poltrona reclinabile. Si tratta di una procedura importante poiché i muscoli facciali cambiano quando siamo sdraiati e si rilassano ancora di più quando dormiamo.

Il rumore riferito dal paziente può anche indicare che la maschera perde aria. È un problema comune che può insorgere se la maschera non aderisce correttamente al viso.

Continua a leggere

Per mantenere una terapia ottimale è importante la sostituzione periodica di dispositivi e componenti.

Continua a leggere

Hai domande sui dispositivi ResMed? Abbiamo la risposta! Scopri le soluzioni per aiutare i pazienti a trarre il massimo beneficio dalla terapia.

Continua a leggere

Cerchi informazioni riguardo alla garanzia della maschera del tuo paziente, sul dispositivo CPAP o un altro prodotto ResMed?

Continua a leggere