Glossario

AAV (Valvola antiasfissia)

L’AAV ha una specifica funzione di sicurezza ed è presente in tutte le maschere oro-nasali ResMed. Nel caso in cui il dispositivo smetta di erogare aria per qualsiasi motivo (ad esempio in caso di interruzione di corrente), l’AAV permette l’entrata di aria ambiente piuttosto che respirare nuovamente l’aria espirata accumulata nella maschera.

AHI (Indice di apnea e ipopnea)

Misurato durante uno studio sul sonno, l’AHI si riferisce al numero di apnee e ipopnee per ora di sonno.
Vedi anche: Apnea; Ipopnea

APAP (Pressione positiva automatica delle vie aeree)

Mentre la terapia con CPAP (Continuous Positive Airway Pressure – Pressione positiva continua delle vie aeree) eroga un flusso d’aria a pressione costante, l’APAP regola automaticamente il livello d’aria durante la notte (in base alle tue esigenze) erogando solo la pressione minima necessaria al bisogno. Il dispositivo quindi aumenta la pressione solo se necessario. La terapia con APAP di ResMed è presente nella nostra gamma di dispositivi AutoSet™.
Vedi anche: CPAP; AutoSet

Apnea

Apnea significa “senza respiro” perché letteralmente la respirazione si arresta ripetutamente durante il sonno, per almeno 10 secondi.
Vedi anche: Apnea nel sonno; Apnea ostruttiva nel sonno (OSA), Apnea centrale (CSA); Apnea mista.

Apnea del sonno

Questo è il nome generico dato ad un gruppo di condizioni caratterizzate dall’interruzione della respirazione durante il sonno. L’apnea nel sonno è indicata anche con la sigla DRS (Disturbi respiratori del sonno).
Vedi anche: DRS

Apnea mista

Si tratta di una combinazione tra le forme ostruttive, dovute all’ostruzione – totale o parziale – delle vie aeree superiori, e centrali, caratterizzate da assenza o riduzione del flusso con mantenuta pervietà delle vie aeree.
Vedi anche: Apnea centrale (CSA); Apnea ostruttiva nel sonno (OSA); Vie aeree superiori

Apparato respiratorio

L’apparato respiratorio è l’insieme di organi che ci permette di respirare. È costituito dalle vie aeree superiori e inferiori.
Vedi anche: Vie aeree superiori; Vie aeree inferiori

ASV (Servoventilazione adattativa)

L’ASV è un tipo di terapia PAP che tratta diversi disturbi respiratori centrali, tra cui il respiro periodico come il respiro di Cheyne-Stokes (CSR). I disturbi respiratori centrali si verificano in caso di arresto dell’attività centrale respiratoria senza occlusione delle vie aeree.
Vedi anche: Apnea; Apnea centrale; Respiro periodico; Respiro di Cheyne-Stokes (RSI)

AutoSet™

AutoSet™ è il nome della tecnologia APAP di ResMed, che regola la pressione erogata in base alle tue esigenze per fornire la pressione ideale, quella più bassa necessaria. AutoSet è una soluzione clinicamente testata che contribuisce ad aumentare il comfort e la compliance.

 

BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva)

La BPCO è una malattia polmonare progressiva, causata dal fumo, dall’inquinamento dell’aria, dalle polveri o sostanze chimiche.

 

Climate Control

È il nome della tecnologia di umidificazione ResMed. Climate Control è un comodo sistema di umidificazione che previene il rainout senza compromettere l’erogazione di umidità. Utilizzando un circuito riscaldato ClimateLine™ e l’algoritmo Climate Control, l’aria si mantiene calda all’interno del circuito per tutta la notte. L’umidità e la temperatura vengono mantenute anche in caso di cambiamento delle condizioni ambientali. Per attivare il Climate Control basta solo selezionare la funzione sul dispositivo, collegare un umidificatore riscaldato ResMed e un circuito riscaldato ClimateLine™.
Vedi anche: Umidificazione; Rainout

Compliance

Questo termine indica le modalità adottate dal paziente nell’aderire alla terapia prescritta del medico. La corretta aderenza alla terapia permette di trarre il maggior giovamento possibile. Una scarsa aderenza, invece, indica una minore disposizione a seguire il trattamento prescritto e determina minori benefici.

CompSA (Apnea complessa)

L’apnea complessa è una forma di apnea nel sonno in cui le apnee centrali persistono (o emergono) durante i tentativi di trattare le apnee ostruttive con la terapia CPAP (pressione positiva continua delle vie aeree) o bilevel.
Vedi anche: Apnea; Apnea ostruttiva nel sonno; CPAP; Bilevel

CPAP (Pressione positiva continua delle vie aeree)

La CPAP è un tipo di terapia che eroga aria pressurizzata ad una pressione costante per tutta la notte per mantenere aperte le vie aeree ed evitare le interruzioni della respirazione nel sonno (ovvero un”’apnea”). È adatta per il trattamento delle apnee ostruttive nel sonno (OSA).
Vedi anche: Apnea; Apnee nel sonno; Apnee ostruttive nel sonno (OSA); APAP; VPA

CSA (Apnea centrale)

Alcune apnee sono causate da un blocco (o ostruzione) delle vie aeree superiori, l’apnea centrale invece è caratterizzata dall’interruzione della respirazione durante il sonno in assenza di ostruzione della via aerea. Nonostante le vie aeree siano aperte, l’attività respiratoria si arresta perché si è persa la comunicazione tra il cervello e l’organismo.
Vedi anche: Apnea; Apnea ostruttiva nel sonno (CPA)

D

DRS (Disturbi respiratori del sonno)

DRS è il termine usato per descrivere un gruppo di condizioni caratterizzate da difficoltà respiratorie o interruzioni della respirazione durante il sonno. È nota anche come “apnee nel sonno”.
Vedi anche: Apnee nel sonno

Eccessiva sonnolenza diurna (EDS)

L’EDS è una condizione medica cronica che induce a un’insolita spossatezza e stanchezza, nonostante si ritenga di aver dormito abbastanza.

Eliminazione della CO2

La respirazione consiste nell’inalazione di ossigeno e nell’eliminazione di anidride carbonica (o CO2). Ma quando si indossa una maschera, parte della CO2 può rimanere all’interno di essa. È necessaria quindi una funzione che elimini la CO2 che si accumula nella maschera per evitarne l’inalazione.

EPR (Expiratory Pressure Relief)

L’EPR è una funzione dei dispositivi di terapia del sonno ResMed che riduce lentamente la pressione erogata durante l’espirazione, facilitando la respirazione.

Espirazione

Si riferisce all’espirazione, sia spontanea (automatica) che meccanica (con l’aiuto di un dispositivo o di un ventilatore). È detta anche esalazione.

Evento

Il termine è utilizzato per descrivere l’insorgenza di un evento, ad esempio un’apnea o ipopnea.

F

Fase non-Rem

Il sonno si caratterizza per un’alternanza ciclica di due fasi: REM (movimenti oculari rapidi) e NREM (movimenti oculari non rapidi). Entrambe le fasi sono importanti per le diverse funzioni all’interno del nostro organismo.
Vedi anche: REM

Fase REM

Il sonno si caratterizza per un’alternanza ciclica di due fasi: REM (movimenti oculari rapidi) e NREM (movimenti oculari non rapidi). Entrambe le fasi sono importanti per le diverse funzioni all’interno del nostro organismo.
Vedi anche: Fase Non-REM

Flusso

Generalmente, il flusso si riferisce al flusso d’aria che entra nei polmoni durante la respirazione (naturalmente o con supporto ventilatorio).

Frequenza cardiaca

Si riferisce al numero di battiti cardiaci in un minuto. La frequenza cardiaca viene misurata da un saturimetro.
Vedi anche: Saturimetro

Frequenza respiratoria

La frequenza respiratoria indica il numero di atti respiratori compiuti in un minuto.

IMC (Indice di massa corporea)

L’IMC mette in correlazione il peso con l’altezza per valutare se il soggetto è normopeso, sottopeso o sovrappeso in base al sesso e all’altezza.

Impiego

L’impiego si riferisce al tempo di utilizzo e di erogazione della terapia mediante il dispositivo. Può essere utilizzato per valutare la compliance alla terapia.
Vedi anche: Compliance

Indice di russamento

L’indice di russamento viene registrato e rilevato durante uno studio del sonno. Si basa sulla forza delle onde di pressione prodotte dal russamento durante lo studio.

Inspirazione

Si riferisce all’ispirazione, sia spontanea (automatica) che meccanica (con l’aiuto di un dispositivo o di un supporto ventilatorio).

Intubazione

Procedura medica che prevede l’inserimento di un tubo per la respirazione nelle prime vie aeree.
Vedi anche: Ventilazione invasiva

Ipopnea

L’ipopnea è un blocco parziale delle vie aeree. Durante un’ipopnea, si ha una riduzione del flusso inspiratorio di oltre il 50% rispetto al valore normale, con ostruzione parziale delle vie aeree per almeno 10 secondi.

Limitazione di flusso
Si riferisce a qualsiasi evento che limita il flusso d’aria, a causa di un blocco (o ostruzione) delle vie aeree superiori.

M  

Maschere con cuscinetti nasali

Le maschere con cuscinetti nasali sono un tipo di maschera utilizzata durante la terapia con pressione positiva delle vie aeree. I cuscinetti nasali poggiano sulle cavità nasali, chiudendo delicatamente le narici. Queste maschere hanno un contatto minimo con il viso e sono meno invadenti rispetto alle maschere nasali o oro-nasali.
Vedi anche: Maschere nasali; Maschere oro-nasali

Maschere nasali

Le maschere nasali sono un tipo di maschera utilizzata durante la terapia con pressione positiva delle vie aeree. Le maschere nasali coprono soltanto il naso.
Vedi anche: Maschere con cuscinetti nasali; Maschere oro-nasali

Maschere oro-nasali
Le maschere oro-nasali sono un tipo di maschera utilizzata durante la terapia con pressione positiva delle vie aeree. Le maschere oro-nasali coprono sia il naso che la bocca.
Vedi anche: Maschere con cuscinetti nasali: Maschere nasali.

NMD (Patologie neuromuscolari)

Si riferisce a malattie e patologie che interessano i muscoli, dovute alla natura stessa dei muscoli o ai nervi motori.

NPPV (Ventilazione non invasiva a pressione positiva)

Nota anche come ventilazione non invasiva.
Vedi anche: Ventilazione non invasiva (NIV)

Orifizi per la pressione

Si riferisce ai fori della maschera a cui viene collegato il circuito dell’ossigeno e/o della pressione per il relativo monitoraggio.

OSA (Apnea ostruttiva nel sonno)

L’OSA è il tipo più comune di DRS (disturbi respiratori nel sonno). L’OSA è caratterizzata da ripetuti episodi di apnea o ipopnea a causa di un blocco (o ostruzione) totale o parziale delle vie aeree superiori.
Vedi anche: Apnea; DRS; vie aeree superiori; ipopnea

Ossigenoterapia

Trattamento che prevede l’erogazione di ossigeno alle vie aeree attraverso un tubo per supportare la respirazione.

Patologia della parete toracica

La patologia della parete toracica colpisce il nesso tra i muscoli e le ossa che costituiscono la parete della gabbia toracica e l’apparato respiratorio (ovvero gli organi del corpo che aiutano a respirare).

Perdita dalla bocca

Si riferisce alla perdita (o fuoriuscita) di aria dalla bocca durante la terapia con pressione positiva delle vie aeree. Ciò accade quando si respira con la bocca piuttosto che con il naso e la bocca non è coperta da una maschera.

Perdita; fuoriuscita; perdita di aria o alte perdite

Per perdita si intende una fuoriuscita di aria dalla maschera a causa di misura errata, posizionamento o montaggio errati, usura o necessità di sostituzione della maschera.

Polisonnografia (PSG)

Si tratta di uno studio del sonno teso a valutare la qualità del sonno e la presenza di eventuali disturbi del sonno.

Pressione

I dispositivi terapeutici misurano la forza dell’aria erogata in unità di pressione (cioè centimetri di acqua o cmH2O). Se, ad esempio, il medico prescrive una pressione terapeutica di 25 cm H2O, questa è la forza dell’aria necessaria a mantenere aperte le vie aeree per ridurre al minimo o evitare le apnee.
Vedi anche: Pressione erogata

Pressione erogata
È la pressione prescritta dal medico curante o dallo specialista del sonno. Si misura in centimetri di acqua (o cmH2O). L’impostazione prescritta determina la forza dell’aria erogata attraverso il dispositivo. Se, ad esempio, il medico prescrive una pressione di terapia di 25 cm H2O, questa è la forza dell’aria necessaria a mantenere aperte le vie aeree per ridurre al minimo o evitare le apnee.
Vedi anche: Pressione

Pressione inspiratoria

Si riferisce alla pressione erogata durante l’ispirazione.
Vedi anche: Inspirazione; Pressione

Rainout

Rainout si riferisce alle gocce d’acqua o umidità all’interno del circuito o della maschera (condensa). Se la temperatura dell’ambiente scende eccessivamente durante la notte, la quantità di vapore acqueo che può essere trattenuta dall’aria diminuisce, causando la condensa – o rainout – nel circuito e creando problemi durante la terapia PAP. L’utilizzo di una soluzione di umidificazione come Climate Control di ResMed contribuisce a ridurre al minimo il rainout.

Vedi anche: Umidificazione; Climate Control

Rampa

Funzionalità progettata per consentire al paziente di adattarsi gradualmente alla terapia e di renderla più confortevole. Il dispositivo PAP inizia con un’impostazione di pressione più bassa e aumenta progressivamente fino a raggiungere la pressione prescritta per un massimo di 45 minuti. Il paziente avrà il tempo di addormentarsi o di abituarsi a respirare con il dispositivo acceso prima che la pressione raggiunga l’impostazione prescritta.
Vedi anche: Pressione erogata

ResScan

ResScan è il nome del software di gestione dati per PC di ResMed, utilizzato da medici, professionisti sanitari e fornitori di apparecchiature medicali per scaricare i dati sulla terapia e valutare i progressi del paziente.

Respiro periodico

Il respiro periodico è dovuto a un pattern respiratorio instabile durante la notte. Nel respiro periodico il soggetto alterna le fasi di apnea centrale (assenza di respirazione per almeno 10 secondi) ad altre caratterizzate da cicli respiratori brevi e frequenti, per poi tornare all’apnea, in assenza di ostruzione delle vie aeree.
Vedi anche: Apnea; Apnea centrale (CSA)

Rumore emesso

Si riferisce al rumore emesso dai dispositivi e che può essere avvertito nel circuito.
Vedi anche: Rumore irradiato

Rumore irradiato

Si riferisce al rumore prodotto dai dispositivi e percepito nella stanza.
Vedi anche: Rumore emesso

Saturimetro

Il saturimetro è un piccolo sensore che si poggia sulla punta del dito per misurare la frequenza cardiaca e la saturazione di ossigeno. Di solito viene utilizzato con un dispositivo per lo studio del sonno a domicilio come ApneaLink Air di ResMed.
Vedi anche: Frequenza cardiaca; saturazione di ossigeno

Senza lattice

Tutte le maschere ResMed sono prive di lattice.

Tecnologia Easy-Breathe

Questo è il nome della tecnologia di erogazione del flusso di aria di ResMed, che riproduce in modo intelligente il pattern respiratorio naturale. È dotato del motore Easy-Breathe, che riduce a un sussurro il rumore del dispositivo, garantendo un ambiente tranquillo e riposante per il sonno.

Tempo di assestamento; Rampa

Vedi: Rampa

Tempo inspiratorio (Ti)

Si riferisce al tempo (in secondi) del ciclo respiratorio in inspirazione (cioè quanto tempo occorre perché l’aria fluisca nei polmoni).
Vedi anche: TiControl

Tenuta (o buona tenuta)

La maschera deve avere una buona tenuta sul viso per trarre il massimo giovamento dalla terapia. Una buona tenuta consente alla pressione dell’aria erogata di essere distribuita in modo uniforme e confortevole e di non fuoriuscire dalla maschera. Se la maschera è posizionata correttamente si sentirà stabile ma non stretta sul viso e intorno alla fascia nucale. In caso di perdite (o fuoriuscite) d’aria dalla maschera, la tenuta non è ottimale. Verificare che il posizionamento sia corretto e che la tipologia e la misura della maschera siano quelle adeguate.

Terapia bilevel

Mentre la terapia con CPAP (Continuous Positive Airway Pressure – Pressione positiva continua delle vie aeree) eroga un flusso d’aria a pressione costante, la terapia bilivel eroga due livelli di pressione diversi:
• un livello di pressione più alto per l’inspirazione; e
• un livello di pressione più basso per l’espirazione.
La terapia rende più facile l’espirazione contropressione. La terapia bilevel di ResMed è presente nella nostra gamma di dispositivi VPAP.
Vedi anche: VPAP; CPAP

TiControl

È il nome di una funzionalità unica di cui sono dotati i dispositivi bilevel VPAP™ di ResMed. TiControl™ consente all’assistente personale di impostare il limite minimo e massimo di tempo inspiratorio per soddisfare le esigenze respiratorie individuali.
Vedi anche: Tempo inspiratorio (Ti)

Tidal volume

È il volume che entra o esce dai polmoni in atto respiratorio a riposo (non attivo).

Tracheotomia

Si tratta di una procedura chirurgica, in cui viene praticata un’incisione (taglio) nella gola per introdurre un tubo che rappresenta una via di passaggio per l’aria destinata ai polmoni.
Vedi anche: Ventilazione invasiva

U

Umidificazione/Umidificatore

Durante la terapia a pressione positiva delle vie aeree, l’umidificatore riscalda il flusso d’aria che si respira quando viene erogato dal dispositivo, evitando la secchezza del naso e della gola e mantenendo umide le vie aeree. Il dispositivo aiuta a tenere la bocca chiusa durante il sonno e contribuisce ad aumentare il comfort e la qualità dell’esperienza terapeutica. La tecnologia di umidificazione di ResMed si chiama Climate Control.
Vedi anche: Climate Control

V

Ventilazione

Si riferisce al processo di entrata e uscita dell’aria dai polmoni. Questo avviene spontaneamente, cioè attraverso l’azione automatica della respirazione, o meccanicamente, con un supporto ventilatorio. Il ventilatore permette l’ingresso dell’aria nei polmoni in modo non invasivo (attraverso una maschera posizionata sulla bocca e/o sul naso) o invasivo (attraverso una tracheotomia) prima di essere espulsa (o eliminata).
Vedi anche: Ventilazione invasiva; Ventilazione non invasiva; Tracheotomia

Ventilazione con target di volume alveolare minuto di sicurezza (iVAPS)

iVAPS è una modalità di terapia presente in alcuni ventilatori ResMed che assicura un target di ventilazione alveolare. Per assicurarsi di ricevere il “volume” d’aria necessario durante la terapia, iVAPS controlla in modo intelligente se l’aria entra o esce dai polmoni, la quantità d’aria che fluisce e quanta aria è necessaria per il respiro successivo.
Vedi anche: Volume

Ventilazione invasiva; Terapia invasiva

Si tratta di un metodo di ventilazione che prevede che il paziente abbia in sede un tubo per supportare il lavoro respiratorio. Questo può avvenire tramite intubazione (mediante l’inserimento di un tubo dalla bocca) o tracheotomia (procedura chirurgica in cui viene praticata un’incisione nella trachea). La ventilazione non invasiva, invece, non prevede alcun intervento chirurgico. L’aria viene erogata attraverso una maschera posizionata sulla bocca e/o sul naso.
Vedi anche: Tracheotomia; Intubazione; Ventilazione non invasiva

Ventilazione minuto

Si riferisce al volume d’aria inspirata (o espirata) entro un periodo di 60 secondi.

Ventilazione non invasiva (NIV)

La NIV si riferisce alla capacità di fornire un supporto ventilatorio attraverso l’aria pressurizzata erogata da un piccolo dispositivo posizionato sul comodino, ad una maschera posizionata sul viso. Non richiede alcun intervento chirurgico o alcuna apparecchiatura inserita nell’organismo.
Vedi anche: Ventilazione invasiva

Vie aeree inferiori

L’apparato respiratorio è l’insieme di organi che ci permette di respirare. La trachea e i polmoni costituiscono le vie aeree inferiori. Le vie aeree inferiori sono protette dalla cavità toracica, che contiene anche il cuore.
Vedi anche: Vie aeree superiori; Apparato respiratorio; Perdite dalla maschera

Vie aeree superiori

Il naso, la gola e la laringe costituiscono le vie aeree superiori.
Vedi anche: Vie aeree inferiori; Apparato respiratorio

Volume

Il volume si riferisce alla quantità di aria erogata in millilitri (mL) o litri (L).

VPAP

VPAP è il nome della tecnologia bilevel di ResMed, che eroga la pressione a due livelli.
Vedi anche: Bilevel; Pressione erogata