Il russamento

Russare può avere un effetto negativo sulla vita dei pazienti. Spesso non si rendono conto di avere un problema: è piuttosto il loro compagno che si lamenta. In uno studio epidemiologico francese condotto nel 2007 su 850 partecipanti di età compresa tra i 22 e i 66 anni, l’incidenza del russamento abituale era del 34,6%1.

Curiosità sul russamento

Il 95% delle persone che russano afferma che il rumore da fastidio al proprio partner o ai suoi familiari2, oltre a rendere il sonno irregolare e a causare stanchezza diurna, svogliatezza e irritabilità.

I russatori hanno una probabilità 1,6 volte maggiore di sviluppare ipertensione arteriosa entro 4 anni2 dal manifestarsi del russamento abituale. Ci sono rischi anche per altre patologie cardiovascolari3.

Perché si russa?

Il russamento e l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) hanno un’origine comune: l’ostruzione delle vie aeree superiori causata dal rilassamento dei muscoli che controllano il palato molle e la lingua. Nei russatori non affetti da OSA, le vie aeree sono ostruite con una limitazione del flusso aereo, ma non collassate. Nei russatori affetti da OSA, avviene un collasso parziale o completo delle vie aeree, che determina:

  • apnea, ovvero la mancanza del flusso d’aria per 10 secondi o più;
  • ipopnea, ovvero la diminuzione del flusso d’aria per almeno 10 secondi, con una riduzione del 30% del flusso d’aria e almeno il 4% di desaturazione di ossigeno.

Quali sono le cause del russamento?

L’aumento dell’intensità del russamento è legato a diversi fattori quali: la stanchezza, un peso eccessivo, il dormire sulla schiena e il consumo di alcolici prima di andare a letto. Anche l’ingrossamento delle tonsille e della lingua o il grasso in eccesso depositato attorno al collo possono aumentare la probabilità di russare. Esistono poi motivi strutturali come la forma del naso o della mascella.

Non tutti i soggetti che russano sono affetti da OSA, ma quasi tutti quelli che soffrono di OSA... russano

Il russamento è anche il principale4 sintomo di apnea ostruttiva del sonno (OSA), che è la forma più comune di disturbo respiratorio del sonno. Il russamento e l’apnea nel sonno presentano un’incidenza allarmante: 3 uomini su 10 e quasi 2 donne su 10 che russano abitualmente soffrono anche di un certo grado di apnea ostruttiva del sonno5.

Studi clinici dimostrano che le persone con apnea del sonno non trattata corrono maggiori rischi per la salute:

3-times-more

rischio maggiore di incidenti cardiovascolari3

5-times-more

maggiore probabilità di sviluppare una malattia coronarica7

3-times-more

maggiore probabilità di sviluppare ipertensione arteriosa6

3-times-more

maggiore probabilità di essere coinvolte in un incidente stradale8

Sottoponi i pazienti a uno screening accurato per rilevare la presenza di OSA. Una corretta diagnosi è fondamentale per scegliere l’opzione terapeutica più appropriata. I soggetti che russano dalla gola o che presentano un grado lieve o moderato di AHI (meno di 30) sono dei buoni candidati per l’utilizzo di un dispositivo di avanzamento mandibolare.

Maggiori informazioni sui disturbi respiratori del sonno

ResMed offre opzioni terapeutiche per i soggetti che russano dalla gola, affetti o meno da apnea del sonno.

Continua a leggere

Esistono tre tipi di apnea nel sonno: l’Apnea Ostruttiva del Sonno (OSA), l’Apnea Centrale del Sonno (CSA) e l’Apnea mista o complessa. Ogni tipologia presenta caratteristiche diverse che permettono di differenziare la diagnosi.

Continua a leggere

ResMed dispone di strumenti utili per riconoscere se un paziente e’ potenzialmente affetto da disturbi respiratori del sonno. Consiglia al tuo paziente di sottoporsi ad uno studio del sonno per poter formulare una diagnosi.

Continua a leggere

Bibliografia:

    1. Teculescu D & al. Habitual snoring. Prevalence and risk factors in a sample of the French male population. Revue des Maladies Respiratoires, 2007 Mar, 24(3 Pt 1):281-7.
    2. A +A Healthcare study undertaken with 95 patients who wore Narval CC (Equinoxe in France) in 2011.
    3. Peepard T. Prospective study of the association between sleep-disordered breathing and hypertension. N Engl J Med, 342 (2000), pp. 1378-1384.
  1. Marin JM. Long-term cardiovascular outcomes in men with obstructive sleep apnoea-hypopnoea with or without treatment with continuous positive airway pressure: an observational study. Lancet. 2005 Mar 19 25;365(9464):1046-53.
  2. Meslier N, Racineux JL. Snoring and high-resistance syndrome. Rev Mal Respir 2004; 21 : 2S35-2S42. (French)
  3. Young T et al. The occurrence of sleep-disordered breathing among middle-aged adults. N Engl J Med 1993; 328(17):1230–5.
  4. Peker Y, Carlson J, Hedner J. Increased incidence of coronary artery disease in sleep apnoea: a long-term follow-up. Eur Respir J. 2006 Sep;28(3):596-602.
  5. Ellen et al. Systematic review of motor vehicle crash risk in persons with sleep apnea. J Clin Sleep Med. 2006 Apr 15;2(2):193-200.